simbolismo dei finali

Discussioni riguardo il nuovo capitolo della saga

simbolismo dei finali

Messaggioda °-.Fiammah.-° » 30 set 2012, 10:51

Non ho trovato una discussione in merito al significato celato dietro i finali alternativi di Silent Hill Downpour.
Appena ieri ho completato il gioco per la seconda volta, dunque eccomi qui a chiedervi un'opinione riguardo al finale del gioco.
Premettendo che alcune scene, come diceva Dunk nel topic relativo alle interpretazioni del gioco, lasciano intendere persino che in realtà siano tutti morti, io credo che gli unici "vivi" nel gioco siano appunto Murphy, Anne e quel bastardo di Sewell.
I primi due sono stati richiamati a Silent Hill per decidere le sorti del loro destino che dipendono dalle nostre scelte e i nostri comportamenti nel gioco.

Per me il finale "vero" è il "good enging" il finale forgiveness .
Questo finale secondo me mostra come sono andate veramente le cose. Murphy rifiuta il favore a Sewell che lo incastra e lo fa condannare. Murphy vive comunque un profondo senso di colpa ma comprende di non essere un carnefice. Inoltre, tramite la sua esperienza con Napier, riesce a far comprendere sia ad Anne e a sé stesso quanto la vendetta serva più a creare un vuoto in sé stessi che a portare giustizia.

Il finale truth and Justice anche potrebbe essere vero visto che è molto simile al forgiveness, ma ha una piccola diversità, ovvero che Anne compirà la sua vendetta su Sewell. Questo potrebbe portarla, un giorno a tornare in Silent Hill.

Il "bad ending", il finale full circle, io l'ho interpretato come Murphy che crede di essere un mostro. Egli crede di aver per davvero ucciso Frank. Si sente profondamente in colpa e sente così di aver condannato padre e figlia. Nonché sente di aver condannato anche il figlio (che non è riuscito a proteggere) e la moglie (che lo vede anche lei come un mostro).
Egli si suicida ma così dimostra di aver bisogno ancora una volta dell'intervento dell'incubo, non avendo compreso lo scopo del suo viaggio.

Il finale reversal invece, all'inizio mi è sembrato completamente privo di ogni logica. Invece è davvero molto interessante. Anne compie la sua vendetta, ma questo la chiamerà a Silent Hill e...quale peggior sorte per lei se non quella vivere i nei panni dell'uomo che ha ucciso nell'incubo?
Così avverrà la sua redenzione qualora ella dovesse compiere vendetta su Murphy.
Difatti Anne è stata chiamata anche le dalla città non per un crimine vero e proprio, ma perchè sta appunto per realizzarlo.

Nel finale execution ho qualche dubbio...però alla fine l'ho interpretata così. Egli comprende ciò che ha commesso, ma avendo comunque dimostrato durante il gioco la sua natura violenta (per ottenere questo ending devi colpire Anne) egli sente di meritare il destino al quale sarebbe andato incontro. E quindi avviene la sua condanna.
Viene accusato dell'omicidio non solo di Frank, ma anche del figlio, perchè lui sente di non aver protetto il figlio (continua a sentirsi in colpa e a sentirsi un "uomo nero")e dunque, di essere il responsabile della sua morte.

Il finale surprise beh...xD
Quello non si conta :rotfl: ma è un morire.

Voi invece che idea vi siete fatti?
Avatar utente
°-.Fiammah.-°
Utente
Principiante
 
Messaggi: 63
Iscritto il: 3 lug 2012, 17:46

Torna a Silent Hill Downpour

cron