Considerazioni generali

La riscoperta di perduti ricordi, il ritorno nell'incubo

Re: Considerazioni generali

Messaggioda Silent Storm » 31 ott 2014, 4:07

Non potrei che inchinarmi alle tue parole, pure e sacrosante verità.

Il senso di oppressione che regala questo gran bel capitolo compensa alla grande il dipanarsi
di una trama non eccelsa. Che io più che altro non condannerei la trama, bensì lo sviluppo
di alcuni personaggi.
Le prime cupe battute di SH3 (e non solo quelle) sono tutto ciò che uno possa desiderare da un
survival horror che si rispetti.

Comunque daccordissimo sul fatto che i personaggi (mediocri per un SH di altissimo livello
come ci hanno abituato i primi 2 capitoli) ma 5 spanne sopra ad altri novantordici giochi!

PSS: non ti sei accorto della battutina a te dedicata nel mio post di prima :rojam:
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Silent Storm
L'Ordine
RedRum Special
 
Messaggi: 4766
Iscritto il: 1 ago 2009, 23:29
Località: Panormus Sanitarium

Re: Considerazioni generali

Messaggioda Vixent » 31 ott 2014, 8:31

Su "padre Vixent"? Ma certo, ho solo dimenticato di commentare preso dall'enfasi di ripensare a uno di più bei survival horror che abbia mai giocato :yum: Che il padre mi perdoni se ho peccato :crimson:

Personalmente metto SH3, nella mia classifica assoluta di sempre dei survival horror, ai primisissimi posti dopo solo i primi due SH e i primi due RE.
Avatar utente
Vixent
V.I.P.
Nowhere
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: 11 lug 2008, 23:00
Località: Post-Apocalisse

Re: Considerazioni generali

Messaggioda Seal of Potato » 9 nov 2014, 18:39

Padre Vixent ha scritto:le ambientazioni giocano con la psiche del giocatore in maniera magistrale, con colori malati, cupi, corridoi stretti, visioni orrorifiche ecc... E' uno dei capitoli più malati in quanto "violenza visiva", secondo solo a SH1 secondo me.
Sì, questa è la cosa che mi ha colpito di SH3 e che mi ha spinto a giocarlo più volte... ritrovarmi in quegli ambienti claustrofobici e resi ancora più oppressivi dalla presenza delle creature che non danno tregua... Rivedere tutte quelle 'cose' malate e soffermarmi a esaminarle più da vicino con tanto di zoommata :lisasi:
E quei suoni da brivido, specie quando appaiono le infermiere al Brookhaven e accompagnano i loro passi inquietanti :fermosi5:
Tutti i conflitti e gli screzi della storia,
tutta la paura e l'odio servivano ad un solo scopo:
far girare la ruota del mio padrone...



E così, finalmente, le maschere erano cadute.
I fili dei burattini erano visibili, come le mani che li reggevano.
Ma la cosa più ironica era l'ultimo dono di Raziel...
più potente della spada che ora conteneva la sua anima...
più intenso della saggezza che lo spettacolo mi aveva infuso...
il primo, amaro sentore di quella terribile illusione: la speranza.
Avatar utente
Seal of Potato
Seal of Moderator
Nowhere
 
Messaggi: 5991
Iscritto il: 9 apr 2008, 20:05
Località: Nowhere

Precedente

Torna a Silent Hill 3

cron