Silent hill: Citazioni (Spoiler)

La disperazione di un uomo alla ricerca della figlia in un incubo senza fine

Silent hill: Citazioni (Spoiler)

Messaggioda Snake » 24 ott 2010, 12:15

1) Il nome del bar in cui Harry Mason si risveglia (Breakfast lunch 5 to 2 Cafe) è lo stesso del locale che si può vedere all’ inizio del film Natural Born Killers (Assassini Nati)

Show: Mostra
Immagine
Immagine


2) Le tre chiavi da recuperare ad inizio gioco (chiave del leone, chiave del taglialegna, chiave dello spaventapasseri) sono palesi citazioni ai tre compagni di Dorothy (Il leone codardo, il boscaiolo di stagno, lo spaventapasseri) ne "Il mago di Oz" (The wonderful wizard of Oz/The wizard of Oz).

La chiave del taglialegna (boscaiolo nella versione inglese, probabilmente) riporta alla mente un passaggio del racconto; vicino ad essa troviamo infatti una testa di cane mozzata, invece che stare a dare inutili spiegazioni preferisco citare direttamente il pezzo del racconto:

Show: Mostra
"<<Questa è la mia battaglia; nasconditi dietro di me, e io li affronterò man mano che arrivano.>> Afferrò l' accetta che aveva affilato per bene, e quando il capo dei lupi lo assalì, il Boscaiolo di Stagno brandì la sua arma e troncò di netto la testa della belva, che morì all' istante."


Inoltre, per raggiungere la chiave del boscaiolo dobbiamo passare un “burrone” camminando sul tronco di un albero, anche questo scorcio rimanda ad un passaggio del racconto:

Show: Mostra
“<< […] all’ improvviso giunsero a un altro burrone che si apriva sul loro cammino; […] fu ancora lo spaventapasseri che prese la parola per primo:
‘’Qui vicino al fossato c’ è un albero enorme. Se Il Boscaiolo di Stagno è capace di abbatterlo […] potremo attraversare facilmente.’’ […] Il boscaiolo si mise immediatamente all’ opera […] e in men che non si dica l’ albero fu quasi completamente reciso. […] L’ albero cominciò a vacillare, finché si abbatté con fragore attraverso il fossato.>>


Anche la chiave del leone posta nel bagagliaio di una volante della polizia ha una sua valenza narrativa, forse andando a sottolineare “la codardia” (il leone codardo) di chi compie gesti contro la legge o contro persone innocenti.

*Proprio come Dorothy, che per proseguire nel suo viaggio ha bisogno dell' aiuto dei suoi tre amici, anche Harry li userà, sotto forma di chiavi, per andare avanti nella sua avventura.

*In Silent Hill 3 possiamo trovare nella cameretta di Alessa il libro “Il mago di Oz”.


3) La chiave trovata nella cuccia del cane in "levine street" si direbbe un' ulteriore citazione al racconto di L. Frank Baum, infatti Dorothy finisce nel magico mondo di Oz a causa del suo cane (Toto o Totò in alcune ristampe, soprattutto le più recenti), allo stesso modo Harry, in Silent hill, se vuole entrare nella dimensione oscura deve "affidarsi a Toto" (alla chiave nella cuccia).

4) Midwich elementary school: Il nome della scuola elementare nella old Silent hill potrebbe essere tratto dal romanzo "I figli dell'invasione" (The Midwich Cuckoos) di John Windham, i fatti e gli avvenimenti del libro sono ambientati in un immaginario villaggio del Winshire, il nome del luogo era appunto Midwich; analizzando il testo si nota che parla di un villaggio dove improvvisamente dopo uno strano incidente nascono sessant'uno bambini (31 maschi e 30 femmine) con strani poteri telepatici, verso cui dopo poco tempo gli abitanti iniziano a provare una strana avversione; la storia può essere attribuita, sotto certi punti di vista, ad Alessa stessa.

5) Leonard Rhine 'The Monster Lurks: Possiamo trovare questa scritta nei bagni maschili della Midwich Elementary School alternativa, sembrerebbe a tutti gli effetti una citazione dal libro "Phantoms" di Dean Ray Koontz (autore citato tra l' altro fra i nomi delle strade), nel romanzo infatti troviamo una frase molto simile: Timothy Flyte 'The Ancient Enemy. Analizzando il numero di lettere di entrambe le frasi si può notare che sono composti dallo stesso numero di lettere sia i testi nella loro interezza ( ventisette lettere entrambe) sia le singole parole (rispettivamente sette lettere (Leonard/Timothy), cinque lettere (Rhine/Flyte), tre lettere (The/The), sette lettere (Monster/Ancient), cinque lettere (Lurks/Enemy) (questo ragionamento può essere applicato anche alla traduzione italiana); inoltre lo stile delle due frasi è molto simile.

La scritta ha una propria valenza narrativa, infatti, se viene esaminata, Harry nella biblioteca, esaminandolo, affermerà che il libro “Manifestation of Delusions” è stato scritto da Leonard Rhine.
Quanto suddetto rimanda ad un passaggio di “Phantoms”, in cui si scopre, per l’appunto, che il libro “The ancient Enemy”, scritto da Timothy Flyte, contiene la verità su quanto sta accadendo in città, allo stesso modo il libro “Manifestation of Delusions” contiene la verità su quanto sta avvenendo a Silent Hill.

Show: Mostra
ImmagineImmagine
Immagine


6) In Bachman Rd. possiamo trovare un supermercato (Convenience Store); poiché Bachman è uno pseudonimo di Stephen King e poiché esso ha scritto un mini-romanzo intitolato “La Nebbia” (“The Myst”, primo racconto della raccolta Scheletri), in cui i protagonisti erano intrappolati in un supermercato, si può affermare che questa è una citazione.

7) Rimaniamo in tema “La Nebbia"; il personaggio di Dahlia Gillespie è fortemente ricalcato su quello della signora Carmody: “La proprietaria del Bridfton Antiquary, un negozio di roba vecchia […].”
Proprio come Dahlia, essa è dedita ad attività appartenenti all’occulto e ammalia le persone attraverso i suoi discorsi insensati su Divinità e altre creature giungenti sulla terra per redimere le persone.

Allego qualche frase per chi non conoscesse il personaggio:

Show: Mostra
"C'è la morte là fuori";

"Morte!"[...] "Voi ascoltate, ma non sentite! Sentite, ma non credete![...];

"Hai paura, cara?" [...] "Non hai ancora paura,no. Ma quando le lerce creature sguinzagliate sulla faccia della terra verranno a cercarti...";

"E' la fine, ve lo dico io. La fine di tutto. E' il giorno del giudizio. Il dito ha scritto, non con il fuoco, ma con linee di nebbia. La terra si è aperta e ha vomitato i suoi abomini..."
Ultima modifica di Snake il 10 feb 2015, 9:43, modificato 21 volte in totale.
Chacun porte sa croix, moi je porte une plume.
Avatar utente
Snake
V.I.P.
RedRum Bro
 
Messaggi: 2267
Iscritto il: 1 mag 2009, 10:30

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Seal of Potato » 24 ott 2010, 13:45

Il Mago di Oz è, in effetti, uno dei libri di fiabe che Alessa prediligeva :ahsisi:

Bravo snake, mi piace questo topic :sisi:
Continua a infiltrarti ( asd ) tra le citazioni :lisasi:
Tutti i conflitti e gli screzi della storia,
tutta la paura e l'odio servivano ad un solo scopo:
far girare la ruota del mio padrone...



E così, finalmente, le maschere erano cadute.
I fili dei burattini erano visibili, come le mani che li reggevano.
Ma la cosa più ironica era l'ultimo dono di Raziel...
più potente della spada che ora conteneva la sua anima...
più intenso della saggezza che lo spettacolo mi aveva infuso...
il primo, amaro sentore di quella terribile illusione: la speranza.
Avatar utente
Seal of Potato
Seal of Moderator
Nowhere
 
Messaggi: 5991
Iscritto il: 9 apr 2008, 20:05
Località: Nowhere

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Snake » 24 ott 2010, 14:43

Spoiler: Mostra
Lieto di sapere che a qualcuno interessa l' argomento asd


Aggiungiamo un po' di carne al fuoco:

3) Midwich elementary school: Il nome della scuola elementare della old Silent hill potrebbe essere tratto dal romanzo "I figli dell' invasione" (The Midwich Cuckoos) di John Windham, i fatti e gli avvenimenti del libro sono ambientati in un immaginario villaggio del Winshire, il nome del luogo era appunto Midwich; analizzando il testo si nota che parla di un villaggio dove improvvisamente dopo uno strano incidente nascono sessant' uno bambini (31 maschi e 30 femmine) con strani poteri telepatici, verso cui dopo poco tempo gli abitanti iniziano a provare una strana avversione; la storia può essere attribuita, sotto certi punti di vista, ad Alessa stessa.
Chacun porte sa croix, moi je porte une plume.
Avatar utente
Snake
V.I.P.
RedRum Bro
 
Messaggi: 2267
Iscritto il: 1 mag 2009, 10:30

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Flauros » 24 ott 2010, 15:03

3) Midwich elementary school: Il nome della scuola elementare della old Silent hill potrebbe essere tratto dal romanzo "I figli dell' invasione" (The Midwich Cuckoos) di John Windham, i fatti e gli avvenimenti del libro sono ambientati in un immaginario villaggio del Winshire, il nome del luogo era appunto Midwich; analizzando il testo si nota che parla di un villaggio dove improvvisamente dopo uno strano incidente nascono sessant' uno bambini (31 maschi e 30 femmine) con strani poteri telepatici, verso cui dopo poco tempo gli abitanti iniziano a provare una strana avversione; la storia può essere attribuita, sotto certi punti di vista, ad Alessa stessa.

Davvero ottimo!
Tutti odiano Alessa che possiede misteriosi poteri...ci calza a pennello :sisi:
Ottimo Topic continua cosi :D
"L'unica cosa che gli esseri umani hanno in comune...è la morte."
Avatar utente
Flauros
V.I.P.
RedRum Special
 
Messaggi: 3134
Iscritto il: 13 ago 2010, 16:44
Località: Palermo

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Shane » 24 ott 2010, 15:25

Complimenti Snake! :sisi:
Immagine
"You want some more, ah? Bring it on!
I take you all! No one can stop me, I'm Tony Montana!
You fuck with me, you fuck with the best!"
________________________

Immagine
Avatar utente
Shane
V.I.P.
Nowhere
 
Messaggi: 7156
Iscritto il: 10 nov 2008, 22:39
Località: Lombardia

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda The Crimson One » 24 ott 2010, 16:03

Una cosa interessante di Midwich Cuckoos, che forse avevo già segnalato in un topic in un altro contesto, è che all'interno del racconto viene fatto largo uso di canarini in gabbia durante l'esplorazione delle zone ritenute pericolose... Una caratteristica ripresa anche nel film di Gans.


You made me happy.
The Crimson One
Utente
Nowhere
 
Messaggi: 6019
Iscritto il: 3 gen 2008, 20:45
Località: Lakeview Hotel, Reversed Side

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Flauros » 24 ott 2010, 19:02

Una caratteristica ripresa anche nel film di Gans.

No nel film non è una caratteristica :|
I minatori portano sempre con loro un uccellino perché cosi in caso di fughe di gas vengono avvertiti dall'agonia dell'uccellino.
Nel film è stata messa questa cosa solo perché quelli erano minatori asd
"L'unica cosa che gli esseri umani hanno in comune...è la morte."
Avatar utente
Flauros
V.I.P.
RedRum Special
 
Messaggi: 3134
Iscritto il: 13 ago 2010, 16:44
Località: Palermo

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Pietro111 » 24 ott 2010, 19:05

Flauros ha scritto:
Una caratteristica ripresa anche nel film di Gans.

No nel film non è una caratteristica :|
I minatori portano sempre con loro un uccellino perché cosi in caso di fughe di gas vengono avvertiti dall'agonia dell'uccellino.
Nel film è stata messa questa cosa solo perché quelli erano minatori asd

ed era un tamarrissimo pipistrello se non sbaglio, no ? :)
Avatar utente
Pietro111
L'Ordine
RedRum Special
 
Messaggi: 4370
Iscritto il: 16 lug 2009, 17:11
Località: Vicenza

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Flauros » 24 ott 2010, 19:06

ed era un tamarrissimo pipistrello se non sbaglio, no ? :)

No :| era un canarino giallo :|
"L'unica cosa che gli esseri umani hanno in comune...è la morte."
Avatar utente
Flauros
V.I.P.
RedRum Special
 
Messaggi: 3134
Iscritto il: 13 ago 2010, 16:44
Località: Palermo

Re: Silent hill: analisi letteraria (citazioni)

Messaggioda Pietro111 » 24 ott 2010, 19:09

Flauros ha scritto:
ed era un tamarrissimo pipistrello se non sbaglio, no ? :)

No :| era un canarino giallo :|

Chiedo venia, fine OT.
Avatar utente
Pietro111
L'Ordine
RedRum Special
 
Messaggi: 4370
Iscritto il: 16 lug 2009, 17:11
Località: Vicenza

Prossimo

Torna a Silent Hill

cron