Matrix:la trilogia

Il meglio del cinema redatto e criticato dalla Community

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda Arconth » 24 set 2009, 11:59

Black ha scritto:guarda che i film esplicativi secondo me sono i peggiori, quelli che lasciano i finali con spazio all'immaginazione e alle teorie sono molto meglio, per questo dico che il primo poteva rimanere unico.
alla fin fine però i sequel erano stati già pensati col primo per fortuna, quindi non fanno schifo in quanto fatti solo per soldi.


Certo, però immagina se non completassero Lost, lasciando spazio all'immaginazione... :argh: io ne rimarrei sconvolto. Ma anche Matrix non si presta...lo spettatore rimane troppo in sospeso e confuso.Una qualche traccia bisogna dargliela.Ha una trama troppo complessa ed elusiva par lasciarti a bocca asciutta, a mio parere.
Arconth
 

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda The Crimson One » 24 set 2009, 12:35



You made me happy.
The Crimson One
Utente
Nowhere
 
Messaggi: 6019
Iscritto il: 3 gen 2008, 20:45
Località: Lakeview Hotel, Reversed Side

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda Black » 24 set 2009, 13:17

per quanto riguarda lost, un finale non esplicativo, sarebbe degno secondo me, sarà che mi piace lynch boh.

The Crimson One ha scritto:No?

Pensa che su Wikipedia c'è una pagina intera dedicata alle sue fonti d'ispirazione.


intendevo ovviamente per il cinema, ne citerà un 4/5 massimo.
Black
Utente
RedRum Special
 
Messaggi: 4388
Iscritto il: 9 gen 2008, 23:04
Località: Room 312

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda Arconth » 24 set 2009, 16:18

Concordo con Black, circa "fonte d'ispirazione".
E' un pò una forzatura a mio avviso sostenere che gran parte della fantascienza (Matrix)
e' ispirata da Dick.
Ci sono stati mollti film banali o a volte interessanti, non dickiani.
Sui finali non concordo. :eddieno:
Linch mi piace moltissimo, ma nei suoi film che hanno un substrato psciologico, gran parte della storia e' incomprensibile.
Per sua stessa ammissione, trae spunto dalle sue pratiche di MT. Sono frammenti del suo inconscio che gli parlano ( vedi sincronicità-vedi I-Ching) hanno un senso , ma lungo la strada della ricerca dello stesso regista.Siamo già ot,credo.
In Matrix come in Lost c'é una trama ben precisa e anche il "prodotto" e' rivolto ad un pubblico diverso. Però ,de gustibus.
Arconth
 

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda Black » 24 set 2009, 17:32

era solo un esempio lynch, ma anche con una trama lineare si potrebbe adottare il finale non esplicativo o sospeso; vedi guarda caso il film di silent hill di cui non si sa ancora se ci sarà il seguito collegato.
Black
Utente
RedRum Special
 
Messaggi: 4388
Iscritto il: 9 gen 2008, 23:04
Località: Room 312

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda Arconth » 24 set 2009, 17:50

Non saprei, mi sembrano due generi così diversi.
Matrix fantascienza -Silent Hill horror metafisco. Tutto sommato in SH potrebbe anche calzare un finale non-finale. Anche se risulterebbe poco comprensibile. Per chi ha giocato ci sono più tracce. Uno un pò ci si ritova...
Nel genere fantascientifico non mi risulta ci siano dei precedenti del genere. La fantascienza in quanto " scienza fantastica" tende a dimostrare le sue tesi per non perdere di efficacia.
Mi vengono in mente solo due titoli che potrebbero uscire dal coro "Solaris" e Stalker"di Tarkowskij.
Arconth
 

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda The Crimson One » 24 set 2009, 17:59

Ma non si può racchiudere tutto in generi così stretti, Matrix è un film fantascientifico ma profondamente filosofico - il primo Matrix soprattutto. Perciò gli spunti che dà sui concetti, ad esempio, di realtà e di controllo, sono generalizzabili.
E' un tipo di fantascienza che utilizza la fantascienza come mezzo per sollevare questioni filosofiche, come i due film che hai già citato, ma come anche 2001 o i Ghost in the Shell che sono esplicita fonte di ispirazione dei Wachosky.


You made me happy.
The Crimson One
Utente
Nowhere
 
Messaggi: 6019
Iscritto il: 3 gen 2008, 20:45
Località: Lakeview Hotel, Reversed Side

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda Arconth » 24 set 2009, 18:09

The Crimson One ha scritto:Ma non si può racchiudere tutto in generi così stretti, Matrix è un film fantascientifico ma profondamente filosofico - il primo Matrix soprattutto. Perciò gli spunti che dà sui concetti, ad esempio, di realtà e di controllo, sono generalizzabili.
E' un tipo di fantascienza che utilizza la fantascienza come mezzo per sollevare questioni filosofiche, come i due film che hai già citato, ma come anche 2001 o i Ghost in the Shell che sono esplicita fonte di ispirazione dei Wachosky.


Ho semplificato per fare un esempio. Esistono tantissimi generi di Fantascienza. Certo, che Matrix ha delle velleità filosofiche, anche se poi nel finale si banalizza un pochino. ( Stalker e Solaris mi sembrano opere cinematografiche più degne della nomea di tale definizione) Ma per l'appunto, proprio perché filosofico (matrix) deve essere spiegato perché non perda di senso.
Arconth
 

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda The Crimson One » 24 set 2009, 18:21

Vabè, è chiaro che è ingiusto confrontare Matrix con i film di Tarkovskji o anche con Kubrick.
Però non direi che proprio perchè filosofica debba dare risposte, anzi, deve sollevare dubbi e porre domande, che è quel che fa.


You made me happy.
The Crimson One
Utente
Nowhere
 
Messaggi: 6019
Iscritto il: 3 gen 2008, 20:45
Località: Lakeview Hotel, Reversed Side

Re: matrix:la trilogia

Messaggioda :MaK: » 7 ott 2009, 17:25

Molto bella come trilogia, a me è piaciuto tantissimo. E dirò anche che Keanu Reeves mi piace molto come attore, è stato bravissimo. Come storia diciamo che non è il massimo, però personalmente mi è piaciuta molto questa trilogia. Anzi, vorrei che uscisse anche un quarto episodio. :rotfl:
Immagine


Immagine
:MaK:
Utente
Appassionato
 
Messaggi: 116
Iscritto il: 17 ott 2008, 11:11
Località: Sassari, Sardegna.

PrecedenteProssimo

Torna a Cinema e TV

cron