Apple : il crollo della professionalità

Per discussioni non inerenti il tema del forum

Apple : il crollo della professionalità

Messaggioda Pietro111 » 18 nov 2012, 13:12

Sapevo che sarebbe successo prima o poi.
D'altronde già dalla nascita del primo iPhone ho notato come Apple abbia iniziato a lavorare parecchio in direzione iOS mobile piuttosto che sulla sua storica stabilità e livello di performance per quanto riguarda l'intero pacchetto applicativo del sistema operativo.
Ho sempre utilizzato computer Apple per il mio lavoro, già fin dai tempi (non poi così lontani) dell'OS TIGER. Ho anche un personal computer DELL che uso per "background tasks", ma ciò che mi ha sempre spinto ad investire migliaia di euro in software e hardware Apple erano le seguenti ragioni :

1) la stabilità e autosufficienza del sistema operativo, che fino a Snow Leopard non ha praticamente mai avuto bisogno di sistemazioni o accorgimenti particolari. Crash ridotti all'osso, e per osso intendo che lavorando freneticamente tutto il giorno tutti i giorni, mi capitava un crash ogni 3 mesi.

2) Sicurezza relativamente totale rispetto al PC, mai avuto problemi di virus o menate varie.

3) Un sistema di utility e interfacce che non ha bisogno di un tecnico del computer per risolvere i problemi, qualora ce ne fossero, lasciando veramente all'utente la possibilità di usare il suo cervello per il suo lavoro. Ovvero macchina = improvemente per il lavoro e non macchina = problema in più che deconcentra dal lavoro.

4) Potenza, affidabilità e internazionalità dei software come Final Cut Studio, o Logic Studio, per citarne un paio, che sono usati (ormai erano usati) da i professionisti di tutto il mondo, garantendo una facilità di sharing dei progetti e dei compiti assoluta (oltre ad essere software meraivigliosamente performanti e pro user friendly.
Il tutto mantenendo anche software nabbo/bimbominchia friendly gratuiti nel pacchetto di istallazione (e stiamo parlando comunque di software come iMovie o GarageBand con cui uno si può divertire parecchio, gratuitamente).

Vogliamo parlare delle workstation Mac Pro?
Non ho ora il tempo di scrivere un saggio tecnico su questa cosa, e penso che non interessi neanche, (giustamente), quindi wikipedierò senza ritegno giusto per un'overview generale sulla situazione.

http://it.wikipedia.org/wiki/Famiglia_Mac_Pro

Stiamo parlando di un computer molto potente e soprattutto molto espandibile, che garantisce quindi l'updating di ogni sua parte interna, stando al passo con l'evoluzione tecnologica per più di quei tristi 1/2 anni di un computer non espandibile. Solo per dirne una, guardate come è progettato il case interno...oltre ad essere un'opera d'arte di design rende lo smontaggio ed il montaggio una cosa a prova di nonna Luisa!

Immagine

Bene. Tutto magnifico.
Poi cosa succede?

Premetto che, per quanto immagino possa sembrarlo, ma la cosa verrà smentita nel resto del mio post, non sono assolutamente un Apple Fan Boy. I motivi per i quali (fin ora) ho sempre elogiato Apple sono meramente creativo-professionali.

Dicevamo ; succede che nel frattempo per una serie di motivi socio-economici e di antropologia del web 2.0 e delle sue deiezioni, il fenomeno smartphone / tablet diventa il punto focale del marketing di aziende come Apple, insieme allo sviluppo affiancato (sviluppo compulsivo e alle volte ridicolo) delle soluzioni personal e home (macbook e iMac, o forse dovrei dire macbook pro, sigla completamente nonsense per far percepire a chi spende 2000 euro per un portatle "che lui è pro" ).
Poco importa se lo sviluppo frenetico a costo di lanciare un modello nuovo all'anno (anche meno, se adesso consideriamo la nascita di iPad Mini) comporta un livello qualitativo discendente da un punto di vista software. Chissenefotte se tutto è lento, la compatibilità va a minchia, i crash aumentano...tanto chisti se cumpran tutto lo stesso.
Per non parlare della politica VO MI TE VO LE (non che 5 0 6 anni fa fossero dei micetti coccolosi) dell'impossibilità di retrocomputare i dati (obbligandoti ad avere un computer nuovo per far funzionoare il software nuovo, facendo un accordo, ad esempio, con Adobe in modo che flash non si installi - mentre potrebbe tranquillamente - su macchine più vecchie di 3 anni. Ergo, non puoi vedere quasi niente su internet, ergo sei costretto a cambiare computer), o l'altrettanto vomitevole gestione dei passaggi di versione ("non puoi tornare a Snow Leopard perchè hai già installato un sofware più recente, fottiti".). Per andare poi alla fissa del digital delivering, che ti impedisce se non sei bravo con i computer di fare un reboot del sistema con una istallazione pulita del sistema operativo...potrei continuare per mesi.

Parallelamente c'è un letterale abbandono degli utenti professionisti : siamo una nicchia di mercato troppo sottile, e 1000 utenti che comprano macchine da 4000 euro fanno fare meno soldi di 100000000 utenti che comprano macchine da 2000 euro.
Mac Pro è stato aggiornato, a livello Hardware, solo nel 2010. Ma ci rendiamo conto? Nel 2010! Dal 2010 ad oggi hanno fatto uscire 5 versioni diverse per ogni tipo di computer!
Vogliamo parlare del nuovo (e praticamente obbligatorio) Final Cut Pro X (nome più sfigato non potevano inventarselo) ? E' praticamente un iMovie potenziato, ma non è nulla in confronto al buon vecchio Final Cut Studio! Non starò a tediarvi spiegandovi perchè nei minimi dettagli, ma ci hanno sbattuto una grafica figosina, tutta iPaddosa, hanno messo una MACELLO di effetti automatici che sembrano quelli dei giochini della Chicco, e manca il doppio monitor, ci sono una cosa come 10 formati di importazione e esportazione mentre Final Cut Studio ne implementava 170 (espandibili)....e dulcis in fundo...rullo di tamburi

:mysmile:

Hey ciao! Hai lavorato per 5 anni con Final Cut pagandoci centinaia di centinaia di euro? :) Grazie! Adesso devi comprarti il nuovo software, si hai capito bene, non è un aggiornamento, è un nuovo software, quindi lo devi pagare per intero. Hai installato? Bravo. Bene ora divertiti. Come? Il nuovo software non è in grado di leggere tutti i tuoi 2000 progetti di lavoro ancora aperti su cui lavori da mesi fatti in Final Cut Studio? Beh no, non può. Però se ci tieni, puoi comprare un'ALTRO software di nostra produzione, che permette di leggere PARZIALMENTE le informazioni dei tuoi vecchi progetti (dove vecchi progetti significa roba su cui hai lavorato fino a ieri)

:appla:

Mi sono disumanato emotivamente a scrivere queste righe, più avanti editerò e aggiungerò le tappe del declino.
Avatar utente
Pietro111
L'Ordine
RedRum Special
 
Messaggi: 4370
Iscritto il: 16 lug 2009, 17:11
Località: Vicenza

Torna a Off Topic

cron